icona-stress-e-somatizzazioneStress e somatizzazione

Viviamo in una società in cui il tempo è prezioso e va sfruttato al massimo; il problema è che questa perenne corsa contro il tempo, non permette al nostro organismo di adattarsi ai tanti stimoli che lo circondano contemporaneamente.
Lo stress è una risposta che permette di raggiungere obiettivi quando le richieste dell’ambiente sono proporzionali alle possibilità della persona. Quando invece diventano eccessive e prolungate nel tempo generano un sovraccarico di energie ai limiti di ciò che l’organismo può sostenere.

 
E’ importante riconoscere i primi segnali di stress viste le conseguenze negative che può avere sul nostro organismo.
Per esempio elevati livelli di ormoni come il cortisolo, che sono da sostegno alle esigenze fisiche e psicologiche, se eccessivi diventano dannosi per le cellule cerebrali. Oppure tensione e rabbia, indotte dallo stress possono aumentare la vulnerabilità cardiovascolare.
E’ importante quindi prevenire o agire in modo tempestivo, identificando gli stimoli ambientali e le disfunzioni cognitive che alimentano il malessere ed apprendere strategie più vantaggiose per fronteggiare la difficoltà.

 
Gli interventi efficaci possono riguardare:

  • L’ incremento delle risorse cognitive : abilità di problem solving e modifica dei pensieri disfunzionali;
  • L’incremento delle risorse comportamentali: training sull’assertività utile per incrementare le abilità relazionali;
  • L’incremento delle risorse emozionali – psicofisiologiche: tecniche di rilassamento (rilassamento progressivo di Jacobson) utili per abbassare l’attivazione fisiologica del corpo.

Contattami, se stai affrontando una situazione simile e/o vorresti iniziare un percorso di cambiamento e crescita personale.

Articoli relativi all’argomento “Stress e somatizzazione”

Ritorna in alto